Traforo autostradale del Frejus, lato Italia

Traforo autostradale del Frejus, lato Italia

Costo di investimento per conto terzi (CHF) 110 Mln
Year 2012

Info Traforo autostradale del Frejus, lato Italia

Progettazione

Portale lato Italia Traforo Autostradale del Frejus, 10052 Bardonecchia (Italia)

Il traforo autostradale del Fréjus rappresenta uno dei principali collegamenti stradali tra l’Italia e la Francia, e in particolare tra il Piemonte e la Savoia francese tra Torino e Lione. Il tunnel, di proprietà della società di gestione SITAF, è caratterizzato da un’unica corsia bidirezionale per una lunghezza di 12,870 km. Nel 2006 Raffaello Molina, in qualità di capo progetto dello studio di architettura paterno Molina e Associati di Bellinzona, insieme allo studio di ingegneria Lombardi SA, diretto da Giovanni Lombardi, noto in tutto il mondo per le sue opere, riceve il mandato per lo sviluppo di un progetto e la successiva realizzazione (in corso d’opera) di opere infrastrutturali esterne e per la costruzione di un nuovo portale e di una galleria di sicurezza parallela al traforo esistente. Il progetto costituisce la messa appunto dello studio di base elaborato nel 2005 a seguito dell’incidente del 4 giugno 2005, che provocò la morte di due persone e la chiusura totale del traforo per due mesi.

Dal punto di vista architettonico, il progetto per le opere esterne prevede l’edificazione di un nuovo sofisticato centro di soccorso ed emergenza, sale per il trattamento delle arie di ventilazione e tre distinti blocchi di edifici contenenti rispettivamente i comparti per la manutenzione, l’amministrazione e i depositi del sale. Fiore all’occhiello della progettazione architettonica coordinata da Raffaello Molina e sviluppata insieme al team della Molina e Associati, il nuovo monumentale portale di accesso al traforo sul lato Italia. Il progetto si caratterizza inoltre della sistemazione paesaggistica e naturalistica dell’intera area di intervento.

Il nuovo portale per il lato Italia si basa su un linguaggio di architettura organica “a gabbia toracica” da realizzare con elementi in calcestruzzo prefabbricato e membrane trasparenti in materiale vitreo autopulente. Il progetto, approvato dal Comitato di Sicurezza delle concessionarie autostradali italiane (SITAF) e francesi (SFTRF), reso esecutivo nel 2009 ed approvato dal Governo Italiano, verrà realizzato in collaborazione con la società italiana Moretti Spa, azienda leader in Europa nella lavorazione di cemento prefabbricato di elevata qualità statica ed estetica.