Villa Züst

Villa Züst

Investimento totale conto proprio (CHF) 15 Mln
Year 2013

Info Villa Züst

Acquisto, Progettazione, Permessi, Ristrutturazione, Vendita

Via ai Ronchi 5, 6862 Rancate-Mendrisio (Svizzera)

Villa Züst, conosciuta anche come Palazzo dei Russi si trova nel nucleo di Rancate nel Comune di Mendrisio. L’edificio prende il nome dall’imprenditore Giovanni Züst, proprietario dell’immobile negli anni Venti del Novecento. L’edificio fu inizialmente commissionato nel 1894 dai fratelli Alessandro e Valente Botta per accogliere lo Zar Nicola II e i suoi familiari, conosciuti dal fratello Grazioso architetto della dinastia imperiale russa. Trapiantato nel Canton Ticino per lavoro con la sua ditta di trasporti Züst&Bachmeier di Chiasso, Giovanni Züst acquista l’intero complesso immobiliare e adibisce a museo privato la villa padronale, raccogliendo opere dei principali artisti di area lombarda e ticinese dal XVII al XIX secolo. Nel 1966 la collezione viene donata allo Stato e Repubblica del Canton Ticino che l’anno successivo apre al pubblico la Pinacoteca cantonale Züst, collocando le opere negli spazi della ex casa parrocchiale, rinnovata e ampliata dall’architetto Tita Carloni. Nel 1990 l’edificio viene nuovamente rinnovato dall’architetto Claudio Cavadini con la creazione di due spazi dedicati alla collezione permanente e a mostre temporanee. Oggi la pinacoteca rappresenta nel Canton Ticino il principale polo di studio per l’arte antica dal Rinascimento al XIX secolo.

Nel 2010 la villa padronale di Giovanni Züst viene acquistata tramite la promozione immobiliare di Raffaello Molina da Ernesto Baron Ligeron, che dà avvio ad un’opera completa di restauro. Il progetto redatto da Molina prevede la ristrutturazione della villa padronale, il recupero del parco e dei giardini privati e l’ampliamento e il recupero di tutti i corpi accessori presenti. Il progetto, posto sotto la tutela dell’Ufficio cantonale per le Belle Opere della Natura e del Paesaggio, viene coordinato in stretta collaborazione con l’archivio storico di Bellinzona. Il lavoro di restauro si completa dopo tre anni di cantiere.

Attualmente la proprietà è abitata dalla famiglia Baron Ligeron.