Riqualificazione del Lungomare di Ostia

Riqualificazione del Lungomare di Ostia

Year 2004

Info Riqualificazione del Lungomare di Ostia

Concorso

Lido di Ostia, 00121 Ostia-Roma (Italia)

Il concorso per la riqualificazione del lungomare di Ostia viene bandito dal Municipio XI del Comune di Roma nel 2003, con lo scopo di riqualificare la località balneare, turistica, amministrativa e urbana. La selezione dei progetti è volta alla riorganizzazione delle diverse aree di Ostia, tra cui il lungomare, gli assi stradali paralleli alla costa marittima, il pontile e la zona urbana situata al confine Est del centro urbano.

Il concorso si propone di valorizzazione gli elementi di qualità già esistenti e di ridefinire gli spazi pubblici e urbani, i servizi e il sistema della viabilità. L’area progettuale, definita “masterplan” si estende dal pontile storico in corrispondenza di via della Marina sino alla rotonda di via Cristoforo Colombo e alle zone naturalistiche delle dune. All’interno della area vengono definiti dal bando tre temi progettuali principali, il “nuovo pontile”, l’“asse attrezzato” (arteria principale) sul lungomare e la “zona urbana” da predisporre con l’inserimento di stabili amministrativi, abitabili, commerciali e parchi tematici con incluse aree come teatri all’aperto e piazze per eventi.

Il gruppo di lavoro è composto dall’architetto Renzo Molina in qualità di capogruppo e co-titolare dello studio di architettura e pianificazione del territorio Molina e Associati di Bellinzona, Raffaello Molina come capo progetto, Alexander Galiano e Stefano De Rossi come disegnatori, e dall’architetto Achille Ippolito come supporto e consulenza locale. Integrano il gruppo di progettazione gli studi di ingegneria infrastrutturale Lombardi SA, diretta dall’Ing. Giovanni Lombardi, e Passera Pedretti SA, coordinata dall’Ing. Giancarlo Rosselli.

Il “masterplan” presentato dal gruppo privilegia il rapporto tra uomo e ambiente, ridisegnando gli accessi alle aree naturalistiche presenti a Ostia, creando nuove attrazioni turistiche. L’asse attrezzato viene invece ideato come fulcro del sistema di circolazione del quartiere con la progettazione di un nuovo percorso pedonale attrezzato/sopraelevato e la creazione di edifici destinati all’ospitalità. Il nuovo pontile viene sviluppato perpendicolarmente al lungomare per una lunghezza di circa 400 metri: il suo aspetto intende creare un segno forte e riconoscibile volto a definire una nuova connotazione futuristica del litorale. L’obiettivo della proposta progettuale elaborata da Renzo e Raffaello Molina si può sintetizzare nell’idea di rendere Roma città capitale del mare, baricentro dell’economia costiera del Lazio.